Profondità Carbonatazione

Carbonatazione del calcestruzzo

Rilievo dell profondità di carbonatazione.

La carbonatazione è un processo chimico, in cui una sostanza, in presenza di anidride carbonica, dà luogo alla formazione di carbonati. È un fenomeno frequente nei materiali edili come i leganti (cemento, calce, ecc.).

Il processo di carbonatazione nel calcestruzzo armato è pericoloso quando si ha un abbassamento del pH della pasta cementizia (per un calcestruzzo completamente carbonatato, scende a circa 8,5), poiché provoca danni ai ferri di armatura. L’abbassamento del pH avviene prima nello strato del copriferro e successivamente in quelle interne in funzione della porosità e/o del grado fessurativo del calcestruzzo.

Quando lo strato carbonatato interessa il copriferro, con l’abbassamento del pH va perduta la protezione anticorrosiva della pasta cementizia. La corrosione comporta fenomeni degradanti come la diminuzione della sezione dell’armatura, il distacco del copriferro.

La determinazione della profondità di carbonatazione di un calcestruzzo, viene effettuata utilizzando una soluzione alcolica di fenolftaleina. Il test colorimetrico della fenolftaleina può essere effettuato su carote di calcestruzzo, spalmando la soluzione sulla superficie esterna della carota stessa subito dopo il suo prelievo (per evitare la carbonatazione per contatto diretto con l’aria).

Nelle zone a pH superiore a 9 (ricche di calce) la soluzione fa assumere alla matrice cementizia una colorazione rosastra tipica della fenolftaleina in ambiente basico, mentre lascia incolori quelle a pH inferiore (calcestruzzo carbonatato). 

Normativa:

  • UNI EN 13295:2005 – Prodotti e sistemi per la protezione e la riparazione delle strutture di calcestruzzo – Metodi di prova – Determinazione della resistenza alla carbonatazione.

Leggi anche