Prova sonica

Questa indagine viene utilizzata per valutare l’omogeneità della muratura mediante misurazione dei tempi di propagazione di un’onda di compressione attraverso l’elemento murario. Le prove soniche vengono applicate in sito, specie su elementi di grande spessore, in modalità di trasmissione diretta o per trasmissione superficiale. La velocità di propagazione viene correlata alle caratteristiche del materiale quali densità, omogeneità, presenza di vuoti e microfessurazioni.

La tecnica si basa sulla generazione di un impulso meccanico mediante un martello strumentato e sulla rilevazione dei tempi di propagazione delle onde approssimativamente semisferiche di compressione e di taglio, rilevate da un accelerometro. Sono le onde di compressione, quelle generalmente sfruttate nelle prove soniche, per la loro maggiore velocità rispetto a quelle di taglio e per la loro maggiore energia nella direzione d’impatto.

Ogni singola battuta consta quindi di una lettura puntuale, localizzata all’intorno della regione di materiale dove stazione trasmittente e stazione ricevente sono posizionate. I dati acquisiti ed espressi in forma tabellare, possono poi essere presentati in varie maniere grafiche, anche come mappe di velocità soniche.

Un ruolo molto importante in fase di progettazione della campagna di prove, ha la calibrazione della strumentazione agli scopi delle prove, oltreché alle condizioni di cantiere (dimensioni e geometria dell’elemento strutturale da indagare e caratteristiche dei suoi materiali componenti).