UNI EN 13892-7

Prove speciali

UNI EN 13892-7:2003

La norma specifica un metodo per determinare la resistenza all’usura dovuta alle ruote orientabili su provini di malta. Le problematiche riguardanti l’accettazione delle pavimentazione finite sono di due tipi. La principale è legata alla resistenza degli stati superficiali ad usura per il periodo previsto di vita del materiale in funzione dell’utilizzo. La seconda più importante riguarda la conservazione delle caratteristiche meccaniche del supporto dove è postato il manto d’usura, principale causa di problemi che si manifestano nel tempo e difficilmente valutabile nel primo periodo di utilizzo della pavimentazione.

L’applicazione in loco della norma Uni En 13892-7, viene eseguita mediante una strumentazione d’indagine appositamente costruita, costituita da due attuatori, disposti perpendicolarmente tra loro che alla cadenza prevista trasmettono il moto ad un braccio meccanico alla cui estremità è posta una ruota dalle dimensioni e caratteristiche previste dalla norma.

UNI EN 13892-6:2003

La presente norma europea specifica un metodo per la determinazione della durezza superficiale per massetti. Il metodo è adatto esclusivamente per materiali per massetti con aggregati di dimensioni minori di 4 mm. La durezza superficiale è determinata mediante misurazione della profondità permanente di impronta residua provocata da una sfera d’acciaio collocata sulla superficie, sotto carico normalizzato. La durezza superficiale, SH, in N/mm², si calcola con  l’equazione seguente:

SH = F/ (d π t)

dove d è il diametro della sfera di acciaio, t è la profondità di impronta residua, Fv è il carico iniziale, F è il carico principale.