/

Palazzo Malvezzi – Campeggi, Bologna

La Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bologna vanta una tradizione illustre ed antichissima. La Facoltà ha sede presso l’edificio storico “Palazzo Malvezzi Campeggi”, sito in via Zamboni 12 a Bologna.

Palazzo Malvezzi Campeggi

La Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bologna vanta una tradizione illustre ed antichissima. La Facoltà ha sede presso l’edificio storico “Palazzo Malvezzi Campeggi”, sito in via Zamboni 12 a Bologna.

Nell’ambito della predisposizione di messa in sicurezza antisismica dell’edificio, sono state eseguite delle indagini non distruttive con lo scopo di conoscere lo stato conservativo della struttura portante dei controsoffitti di alcune stanze del piano terra, primo piano e secondo. Sono state eseguite delle indagini endoscopiche, termografiche e indagini georadar.

[envira-gallery id=”413″]

Termografia. L’indagine termografica si è svolta nonostante la mancanza di riscaldamento attivo, il flusso termico esistente è stato sufficiente per definire le strutture dei solai. In alcuni casi per ottenere una maggiore definizione dell’immagine termografica ed evitare sovraesposizioni si sono fatte le riprese al buio, naturalmente le foto nel campo del visibile non si sono effettuate, in tal caso sono state allegate le foto corrispondenti effettuate con una macchina fotografica

Si è rilevato che il soffitto è a volta in cannicciato, le centine si intestano nella parte bassa sopra ad una risega in gesso, arrivano e terminano superiormente al bordo del profilo rettangolare che si nota nella parte alta del soffitto

Endoscopia. L’indagine tramite endoscpio flessibile è stata eseguita in vari locali ed ha confermato l’esito dell’indagine termografica, ed inoltre le condizioni delle centine in legno e del cannicciato sono in buon stato conservativo. Il cannicciato finisce circa 30 cm prima del cornicione e dopodiché l’intonaco ha uno spessore di circa 4-5 cm.

Georadar. I profili, sono stati generalmente acquisiti lungo reticoli con direzioni ortogonali a distanze variabili consentono la ricostruzione dell’andamento dei livelli dotati di differenti caratteristiche elettromagnetiche tramite sezioni verticali radar-stratigrafiche e di “vedere” la forma dell’oggetto, il suo spessore e valutare la profondità alla quale esso si trova. Nei profili eseguiti nei pressi di un locale di disimpegno, si nota nei primi 7 metri la volta a botte con testa di padiglione lunettata dell’aula 06 piano terra, e nell’ultima parte, il solaio in calcestruzzo armato i ferri d’armatura spaziati ogni 20 cm.

Lascia un commento

Your email address will not be published.