/

Edifici in classe energetica A

La termografia è una tecnica particolarmente utile in campo civile nell'elaborazione di mappe di scambio termico tra struttura muraria e ambiente e permette di rilevare la presenza d’eventuali fonti d’umidità della stessa e le discontinuità sub superficiali fornendo quindi un’informazione complessiva sulla struttura interna.

Ponte termico non corretto

La termografia è una tecnica particolarmente utile in campo civile nell’elaborazione di mappe di scambio termico tra struttura muraria e ambiente e permette di rilevare la presenza d’eventuali fonti d’umidità della stessa e le discontinuità sub superficiali fornendo quindi un’informazione complessiva sulla struttura interna.

Herschel fu il primo che mostrò come il calore poteva trasmettersi grazie a una forma invisibile di energia. La radiazione infrarossa è una sorta di luce (onda elettromagnetica) che può essere trasmesso attraverso il vuoto e ha una lunghezza d’onda fra 0,7μm e 1 mm e frequenza 300 GHz o superiore.

Ultimamente si trovano in bella evidenza nei cantieri dei nuovi edifici in costruzione e negli annunci immobiliari le famose lettere A+, A, B, C, D. Nel mese di marzo 2014 sono state eseguite delle indagini termografiche ad infrarossi, nel Comune di Milano, con lo scopo di evidenziare la presenza di particolari anomalie nell’isolamento termico di un nuovo costruendo in classe energetica A.

Si trattava di un edificio in calcestruzzo armato di dieci piani con quattro appartamenti per ogni piano. Generalmente l’indagine termografica di un edificio, viene svolta nei mesi invernali, cioè quando esiste una differenza significativa tra la temperatura degli ambienti interni e quella dell’aria esterna. Per ovviare questo, all’interno degli appartamenti sono stati installati dei termoventilatori.

Nelle immagini termiche, si sono riscontrati anomalie in corrispondenza degli spigoli verticali e orizzontali in corrispondenza dei pilastri e delle travi, inoltre alla base di quasi tutte le finestre. Si fa notare che l’indagine è stata svolta con la maggior parte degli appartamenti al grezzo e non finiti. Nell’appartamento posto al primo piano dove è stata posta la pavimentazione in legno, il fenomeno osservato nelle altre finestre non è rilevato.

In conclusione, con le limitazioni poste dal riscaldamento effettuato, si è notato una buona esecuzione dell’isolamento termico esterno.

Lascia un commento

Your email address will not be published.