/

Tiranti in acciaio

Nel mese di giugno, su incarico di una società di Bologna, sono state eseguite una serie di indagini dinamiche per rilevare lo stato tensionale su dei tiranti in acciaio all'interno del Dipartimento di Storia Culture Civiltà – DiSCi in Piazza San Giovanni in Monte a Bologna.

Facolta di archeologia

Nel mese di giugno, su incarico di una società di Bologna, sono state eseguite una serie di indagini dinamiche per rilevare lo stato tensionale su dei tiranti in acciaio all’interno del Dipartimento di Storia Culture Civiltà – DiSCi in Piazza San Giovanni in Monte a Bologna. Le indagini dinamiche sono state eseguite posizionando un trasduttore di vibrazione in mezzeria del tirante, in direzione verticale ed eccitando la struttura mediante un martello strumentato.

La velocità di propagazione di un’onda trasversale in una corda metallica, dipende dalla tensione esistente nella corda e dalla massa per unità di lunghezza. Nella determinazione dello stato tensionale (della forza longitudinale) nei tiranti è stato applicato la soluzione particolare della formula delle vibrazione nelle corde; tale soluzione permette di determinare la frequenza e quindi il periodo naturale (f) in funzione della forza longitudinale (F) nella corda, la sua lunghezza (L), l’area della corda (A), Pu è la massa lineare e l’accelerazione di gravità (g).

Si sono registrate le vibrazioni indotte in n. 2 tiranti posti all’interno della sala lettura presso la Facoltà di Archeologia. I segnali rilevati nel dominio del tempo sono stati visualizzati nel monitor dell’analizzatore nel dominio delle frequenza effettuando la trasformata di Fourier in tempo reale in modo da rilevare le varie frequenze. L’indagine ha rilevato che lo sforzo longitudinale nei tiranti controllato era di 18 N/mm2 per il primo tirante e 20 N/mm2 per il secondo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.