/

Corso di formazione UNI EN ISO 9712

Il corso "Prove con i Martinetti Piatti" organizzato dalla società Novatest S.r.l. in collaborazione con Ing. Tiziano Lucca e Sig. Erion Lako, è stato svolto nel mese di febbraio 2014.

CorsoFormazione

Il corso “Prove con i Martinetti Piatti” organizzato dalla società Novatest S.r.l. in collaborazione con Tiziano Lucca e Erion Lako, è stato svolto nel mese di febbraio 2014.

Per questo corso era prevista la formula “Easy-Learn” con possibilità di effettuare 1/3 delle ore previste dal regolamento Rina, direttamente a casa o in ufficio utilizzando il materiale didattico che è stato fornito al momento dell’iscrizione al corso. Il corso è stato svolte seguendo la norma europea UNI EN ISO 9712 (Ex Uni 473) la quale stabilisce un sistema per la qualificazione e la certificazione del personale incaricato di effettuare prove non distruttive (PND) in campo civile/industriale di I°, II° e III° livello. Il termine “industriale” implica l’esclusione delle applicazioni nel campo della medicina.

Per essere idoneo alla certificazione, il candidato deve superare il pertinente esame di qualificazione e deve soddisfare i requisiti di addestramento, esperienza ne campo civile nelle PND e di acutezza visiva.

Programma del corso.

Generalità sui principali metodi di controllo Distruttivo e semidistruttivo

  • Strumentazione e principali funzioni;
  • Applicazioni nel settore delle costruzioni;
  • Limiti delle varie metodologie;
  • Norme Tecniche delle Costruzioni NTC2008.

Letteratura sulle murature e metodologie di indagine

  • Tipologie di muratura e caratteristiche meccaniche dei materiali;
  • Cenni sulla letteratura relativa al calcestruzzo e valutazione delle proprietà meccaniche del calcestruzzo;
  • Caratterizzazione meccanica delle murature – Metodologie di indagine.

Caratterizzazione meccanica delle murature attraverso la tecnica dei martinetti piatti

  • Prove con martinetto singolo per la determinazione dello stato tensionale;
  • Prove con martinetto doppio per la determinazione della resistenza a compressione;
  • Prove di scorrimento;
  • Attrezzatura di prova;
  • Modalità di scelta dei martinetti.

Esercitazione pratica ed elaborazione dati per la corretta stesura del report di prova

  • Relazione di prova.

Lascia un commento

Your email address will not be published.